I fotometri sono strumenti per misurare l'intensità delle sorgenti luminose o per confrontare le intensità di due di esse.
Il fotometro Wheatstone, utilizzato soprattutto per confrontare le intensità di due becchi a gas, è costituito da una piccola scatola cilindrica (diametro 5 cm; altezza 2 cm) di rame ottonato attraversata lungo l'asse da un albero di metallo che viene posto in rotazione tramite una manovella esterna e due ruote dentate interne.
L'albero pone in rotazione, sulla base superiore del cilindro, un braccio metallico annerito che porta nell'estremità libera una minuscola ruota dentata che ingrana con la parte interna di una circonferenza dentata fissata sul bordo.
Sulla faccia superiore della ruota dentata sono fissati quattro aghetti verticali sui quali viene conficcato un dischetto di sughero annerito che porta, decentrata, una sferetta di vetro argentato o di metallo ad elevata riflettività.


Bibliografia:
Daguin (1879), T. IV, p. 30
Drion - Fernet (1883), p. 657


scheda precedente  scheda successiva