L'esemplare che viene presentato è un barometro registratore o barografo del tipo ideato nel 1878 dal costruttore parigino Jules Richard fondatore della casa omonima di Rue Melingue 25.
Lo strumento, utilizzato in meteorologia per la registrazione delle variazioni della pressione barometrica, è costituito da un manometro di Bourdon collegato a un registratore a penna.
I movimenti dell'estremo libero della spirale del barometro, conseguenti alle variazioni della pressione atmosferica, vengono amplificati e trasmessi, mediante un sistema di leve, ad un indice munito di una penna che li registra su un foglio di carta avvolto intorno ad un cilindro verticale in lamierino di ottone (diametro 9,2 cm; altezza 9 cm) che ruota, con velocità costante, intorno al propria asse.
Una piccola apertura nella base superiore del cilindro permette il passaggio della chiave per caricare il meccanismo ad orologeria, posto al suo interno, che lo mantiene in rotazione.
Lo strumento è fissato ad un pesante supporto di ghisa, verniciato in nero, costituito da una mensola (larga 22,5 cm; profonda 13 cm), che consente di fissarlo a parete, e da una spalletta laterale (lunga 13 cm; alta 11 cm) che costituisce una delle facce della custodia; le altre facce sono di lamiera di ferro verniciata in nero e sono incernierate, tramite il coperchio, alla spalletta di ghisa.
Cosi il coperchio e le altre tre facce della custodia possono essere sollevate per consentire la carica del meccanismo ad orologeria e la sostituzione della carta.
La faccia anteriore ha un'ampia finestra di vetro.
Una maniglietta fissata al centro del coperchio facilita gli spostamenti dello strumento.
Questo barografo è stato poi soppiantato da uno dello stesso Richard in cui, al posto del barometro di Bourdon, viene utilizzato un barometro aneroide costituito da 6 a 8 scatole metalliche sovrapposte e avvitate successivamente l'una all'altra.
Ciascuna di esse si schiaccia se la pressione atmosferica aumenta e si rigonfia se diminuisce; per cui, essendo la scatola inferiore fissata al basamento, la scatola superiore si solleva o si abbassa, per ogni variazione della pressione atmosferica, di un'altezza che è uguale alla somma degli spostamenti delle singole scatole.
Questo spostamento, viene amplificato e registrato come nell'altro barografo di Richard.


Bibliografia:
Battelli - Cardani (1922), Vol. I, p. 507
Eredia (1936), p. 70


scheda precedente  scheda successiva