L'appiattimento della terra ai poli trova a livello didattico una verifica di notevole efficacia con un dispositivo, che di solito è un accessorio dell'apparato per la forza centrifuga, in cui la terra è rappresentata da un modello estremamente semplificato, che è costituito da due anelli elastici di lamina d'acciaio, aventi un diametro di una trentina di centimetri, incrociati a 90 gradi. Essi sono attraversati lungo il diametro comune da un'asta di ferro alla quale sono fissati da una parte e sono liberi di scorrere dall'altra; cosicché, guidati dall'asta, possono allungarsi o schiacciarsi.
Un'appendice dell'asta, dalla parte in cui i due anelli sono fissati, consente di fissare il dispositivo all'albero dell'apparato di rotazione.
Finché l'apparecchio è in quiete, i due anelli conservano la loro forma circolare; ma, se lo si mette in rapida rotazione, i due anelli assumono la forma ellittica risultando schiacciati lungo la direzione dell'asse di rotazione.
L'esemplare della collezione non fa parte degli accessori dell'apparato per la forza centrifuga descritto nella scheda precedente, sia perché non porta il numero di inventario che compare invece negli altri accessori, sia perché il dispositivo di fissaggio all'apparato di rotazione è completamente diverso.
I due anelli sono di lamina d'acciaio brunito e hanno un diametro di trentadue centimetri.


Bibliografia:
Battelli - Cardani (1922), Vol. I, p. 153
Daguin (1878), T. I, p. 126
Privat Deschanel (1869), p. 67
Roiti (1887), T. I, p. 85


scheda precedente  scheda successiva