Lo strumento, ideato dal Matematico e Fisico olandese Willem Jacob's Gravesande (1688-1742) Professore all'Università di Leida, è costituito da un'asta verticale di metallo munita di un anello scorrevole e da una sfera di metallo sospesa sopra un fornellino ad alcool.
Noto anche come anello di Gravesande serve per mostrare che i solidi si dilatano quando vengono riscaldati. Si vede infatti che a temperatura ordinaria la sfera, sospesa all'estremità superiore dell'asta, che è ripiegata in modo tale che la catenella di metallo a cui è fissata attraversi l'anello nel centro, passa liberamente attraverso l'anello, ma quando viene sufficientemente riscaldata non passa.
L'esemplare conservato nel Museo è costituito da un'asta di ottone (altezza 33 cm) fissata ad un basamento di legno (larghezza 8 cm; profondità 16 cm); l'anello di ottone ha un diametro di 3,05 centimetri e la sfera di 3 centimetri.


Bibliografia:
Jamin (1886), T. II, p. 3
Perucca (1949), Vol. I, p. 597
Turner (1983), pp. 69, 112


scheda precedente  scheda successiva